Anna Gallo

Content writer e ricercatrice con una consolidata esperienza nell’elaborazione di contenuti relativi all’arte, design, architettura, patrimonio culturale, turismo e innovazione.

Laureata in Storia del design e Dottore di ricerca in Design per l’Innovazione, ha seguito un corso in Digital Marketing Strategy a Londra e attualmente collabora come content writer e ghost writer con riviste, blog e clienti privati in tutto il mondo.

Esperienze professionali

  • Nel 2020 collabora come content writer con la rivista online Una mamma si racconta (www.unamammasiracconta.it), con la startup Riffer Music (www.riffermusic.com) e con l’e-commerce My Italian Decor (www.myitaliandecor.com).
  • Dal 2019 a oggi collabora come autrice con la rivista Thalby Guides (https://www.instagram.com/thalbyworld/)
  • Nel 2019/2020 collabora come copywriter writer con il blog Lovelycasa (www.lovelycasa.it) e la piattaforma The Happy Beavers (www.thehappybeavers.com).
  • Nel 2018/2019 collabora come giornalista freelance con la rivista online Agenda Viaggi (www.agendaviaggi.com).
  • Dal 2018 collabora con la rivista DIID Disegno Industriale Industrial Design dell’Università La Sapienza di Roma in qualità di autrice e di revisore
  • Nel 2017 collabora con l’Archivio del ‘900 presso il MART di Rovereto in qualità di relatrice nell’ambito dell’esibizione «Costruire con la luce».
  • Nello stesso anno partecipa con la SUN di Napoli alla redazione di uno studio di fattibilità per il recupero dell’ex stabilimento Siag di Marcianise progettato dall’arch. Angelo Mangiarotti.
  • Nel 2015 lavora come copywriter per la realizzazione del sito web del designer di gioiello contemporaneo Vincenzo Oste.
  • Dal 2013 al 2015 lavora presso il laboratorio di arte e design Annibale Oste a Napoli come content strategist per la valorizzazione dell’archivio privato.
  • Dal 2013 svolge l’attività di ghost writing per soggetti privati quali start up, musei, artisti e imprenditori.
  • Dal 2011 collabora come autrice con riviste cartacee quali Patrimonio Industriale e Op. Cit. Selezione della critica d’arte contemporanea.

Pubblicazioni a stampa

  • A. Gallo, Condivisione e contaminazioni creative nel melting pot londinese, DIID Disegno Industriale Industrial design, ListLab, Trento/Barcelona, novembre 2018.
  • A. Gallo, Gli archivi del design come patrimonio culturale: il caso di Annibale Oste, in «Fare ricerca in design» a cura di R.Riccini, Il Poligrafo, Padova 2016.
  • A. Gallo, L’intellettuale mal temprato. Scritti in onore di Paolo Fossati a cura di M. Panzeri, Accademia University Press, Torino 2015, in ‹‹Op. Cit. Selezione della critica d’arte contemporanea››, Settembre 2015.
  • A. Gallo, The Annibale Oste’s poietic research as emblem of sustainable cultural design, in «Tradition. Transition. Trajectories: major or minor influences?» UA Editora, Aveiro 2014.
  • A. Gallo, Fabbrica di carta. I libri che raccontano l’Italia industriale, a cura di Giorgio Bigatti, Giuseppe Lupo, Laterza, Bari 2013, in ‹‹Patrimonio Industriale››, Ottobre 2013.
  • A. Gallo, The Olivetti factory as a paradigm of sustainable growth, in «Green Design, Materials and Manufacturing Processes», Taylor and Francis Group, London 2013.
  • 2020 / certificazione in Fondamenti di Marketing Digitale rilasciata da Google Digital Training
  • 2019 / corso di Digital Marketing Strategy presso lo UAL College of Communication di Londra
  • 2016 / corso English Functional Skills presso il Westminster Kingsway Collage di Londra
  • 2015 / Dottorato Internazionale in Design per l’Innovazione presso la SUN di Napoli.
  • 2010 / laurea specialistica in Disegno Industriale presentando un testo monografico dal titolo “Luigi Figini e Gino Pollini designer” (valutazione 110/110 e lode).
  • 2008 / laurea triennale in Design presentando un testo monografico dal titolo “Philip Webb designer” (valutazione 110/110 e lode).